Home / Q-ROB Marketing & Web / L’Irlanda di Carmen Cutrì

L’Irlanda di Carmen Cutrì

Incontriamo Carmen Cutrì, un’italiana a Dublino nel settore turistico.

1 – Quando sei arrivata in Irlanda e perché?

Sono arrivata in Irlanda per un master in Business Law al Trinity College.

2 – Qual è stato il tuo primo lavoro / la tua prima attività e che cosa stai facendo adesso?

Il primo anno studiavo, il master era full time e non mi lasciava molto tempo per lavorare.
Ho cominciato a lavorare come guida turistica verso la fine del corso di studi. Stavo scrivendo la tesi, avevo più tempo libero e potevo gestirmi in modo più autonomo.

Appena ho finito il master ho deciso di aprire un’impresa di visite guidate a Dublino. Adesso sono proprietaria dell’impresa Dublino Nascosta, per il momento organizziamo tour a Dublino città.
I tour si svolgono principalmente in Italiano e Spagnolo, appoggiandomi ad un paio di guide irlandesi ho cominciato poi a fornire servizi anche per english speakers (tour letterari e di degustazione di birre e whiskey).

Per il futuro abbiamo grandi progetti, pero non dico niente per scaramanzia!:-)

carmen cutrì dublino nascosta

3 – Qual è stata la tua prima città irlandese e dove vivi adesso?

Sono arrivata a Dublino e sono rimasta a Dublino. Ho girato l’Irlanda in lungo e largo però non mi muoverei mai da Dublino per vivere altrove.

4 – Quali sono le tre cose che ami di più, e le tre che odi di più, dell’Irlanda?

Amo la gente e lo stile di vita. Mi sembrava strano all’inizio vedere persone passare ore ed ore in un bar leggendo un libro: non sarebbe più comodo leggere a casa??
Amo il fatto che ci sia l’orario continuato al lavoro.

Tra le cose che odio, in primis l’umidità e la pioggia.
Odio i trasporti pubblici a Dublino, troppo cari per i servizi che offrono ed odio il fatto che dopo le 10 di sera trovare un ristorante con la cucina aperta diventa un’impresa titanica!

5 – Quali sono le tre cose che ami di più, e le tre che odi di più, degli Irlandesi?

Qualcuno una volta mi disse: gli irlandesi sono Anglo-Partenopei, hanno qualcosa degli inglesi e qualcosa del popolo Partenopeo. Quest’espressione che mi fa ancora sorridere è la più adatta a definire gli irlandesi. Sono tanto chiassosi e calorosi come noi del sud Italia: a qualsiasi persona è capitato di sedersi in autobus vicino ad un irlandese e dopo 2 minuti conoscere tutta la storia della sua famiglia, i figli, il cane ed il gatto!

I lati negativi: gli Irlandesi sono un po’ disorganizzati e troppo attenti alle formalità, qui si chiede scusa e per favore sempre e comunque, anche se non si dovrebbe.

6 – Hai nostalgia dell’Italia? Se sì, come la gestisci?

Non ho nostalgia dell’Italia. Ho lasciato l’Italia 10 anni fa appena laureata; da lì ho cominciato a fare la trottola in Europa: 2 anni qua, 3 anni là e dopo Grecia, Spagna, Scozia e Romania sono finita in Irlanda.
Ho nostalgia dello stile di vita mediterraneo però. Mi manca il sole, mi manca il mar Mediterraneo, mi manca non poter tornare a casa ogni domenica e mangiare la lasagna della mamma. Chiaramente, da buona campana, mi manca la pizza!

7 – Che cosa suggerisci a chi vuole o deve trasferirsi in Irlanda?

L’ ombrello non serve a niente, non vi scomodate a portarlo.
Portate tanta vitamina D e una buona macchina fotografica!

About QRob

Massimiliano "Q-ROB" Roveri writes on and about Internet since 1997. A philosopher lent to the IT world blogs, shares (and teaches how to blog and share) between Ireland and Italy.

Check Also

Verso il Dublin Web Summit 2015

Verso il Dublin Web Summit 2015

Mancano ancora alcuni mesi, ma siamo già sulla strada per il Dublin Web Summit 2015. Siete …

One comment

  1. Good luck with the new business Carmen.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *