Home / Turismo & Eventi / Dublino 100, musei, King’s Inns
Dublino 100, musei, King's Inns

Dublino 100, musei, King’s Inns

Inauguriamo la sezione dedicata ai musei di Dublino 100 (se vi va, taggatelo #dublino100) con una scelta particolare, perfettamente in linea con la ricerca di una Dublino alternativa da vedere: King’s Inns.

King’s Inns e gli avvocati d’Irlanda. Dal 1800…

La Honorable Society of King’s Inns è la più antica istituzione irlandese nel campo dell’educazione legale.

Venne fondata nel 1541 durante il regno di Enrico VIII e la sede attuale, sulla Constitution Hill, venne progettata da James Gandon, uno degli architetti irlandesi più importanti, inaugurata nel 1800 e terminata dall’allievo di Gandon Henry Aaron Baker.

La Honorable Society of King’s Inns è ancora attiva come istituzione, e offre tutta una serie di corsi.

Il patrimonio architettonico e culturale è immenso: la biblioteca ospita 110mila volumi.

Un edificio e un patrimonio del genere necessitano di una manutenzione continua e costosa.

Una manutenzione che viene sostenuta con eventi e mostre, e quindi con iniziative che rendono questo bellissimo edificio visitabile e fruibile anche per chi non è un avvocato irlandese!

Abbiamo visitato King’s Inns proprio in una occasione del genere: Cover To Canvas.

Con Cover to Canvas una serie di artisti irlandesi, ispirandosi a libri presenti nella sterminata biblioteca della King’s Inns, ha prodotto nuove opere d’arte, in vendita per sostenere proprio la manutenzione della biblioteca stessa.

Questi gli artisti: Alan Clarke, Brian Maguire, Bláthnaid Ní Mhurchú, Cliodhna Quinlan, Colm Mac Athlaoich, Jeanne Merer, il “nostro” Joby Hickey, John Short, Líosa McNamara, Margaret Corcoran, Mike Bunn, Myra Jago, Róisín Gartland & Stephen McGovern.

Dell’esibizione, che si teneva nella Benchers’ Room, facevano parte anche una copia della prima edizione dell’Origine delle Specie di Charles Darwin e di un testo del 1542 sulla Magna Carta, restaurati dalla The Ox Bindery di Sligo.

King’s Inns e il cinema

La mostra è stata l’occasione per visitare anche il resto del bellissimo edificio.

Il refettorio è utilizzato per le cene di gala che sono un’altra occasione per godersi la King’s Inns.

L’impianto anglosassone è evidente, e il refettorio richiama subito alla mente Harry Potter e Hogwarts.

E la  King’s Inns si è prestata al cinema e alla produzione televisiva: Becoming Jane con Anne Hathaway e Maggie Smith; Evelyn con Pierce Brosnan, Aidan Quinn e Stephen Rea; Ordinary Decent Criminal (in Italia uscito come Un Perfetto Criminale, remake di The General) con Kevin Spacey e il dublinesissimo Colin Farrell.

Come e quando visitare King’s Inns

L’ideale è iscriversi alla mailing list ed eventualmente contattare la segreteria quando si è a ridosso dell’arrivo a Dublino.

King’s Inns è facilmente raggiungibile dal centro di Dublino con l’autobus n°83, oppure utilizzando la Luas scendendo alla fermata Four Courts e proseguendo con una breve passeggiata.

Il parco della King’s Inns vale una visita già da solo, per cui consigliamo di farci un giro (magari perché siete andati alle Collins Barracks e quindi già in zona) anche quando non fosse possibile, o semplicemente non vi interessasse, visitare l’edificio.

About QRob

Massimiliano "Q-ROB" Roveri writes on and about Internet since 1997. A philosopher lent to the IT world blogs, shares (and teaches how to blog and share) between Ireland and Italy.

Check Also

san patrizio livorno festival

Numero Zero del San Patrizio Livorno Festival: i protagonisti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This website uses to give you the best experience. Agree by clicking the 'Accept cookies' button or Decline by clicking 'Decline cookies'.