Home / Turismo & Eventi / Cultura italiana in Irlanda: Lectura Dantis
National Gallery of Ireland

Cultura italiana in Irlanda: Lectura Dantis

La cultura italiana in Irlanda: Dublino si appresta a celebrare Dante Alighieri.

Cultura italiana in Irlanda: anche lo “Uachtarán na hÉireann” celebra Dante

L’Istituto Italiano di Cultura di Dublino è l’ente emanazione della Ambasciata Italiana d’Irlanda che organizza eventi e partecipa a iniziative che hanno appunto lo scopo di favorire lo scambio interculturale tra Irlanda e Italia.

Eravamo stati onorati di tenere sotto l’egida dell’Istituto l’evento #socialrenaissance, e il contributo dell’Istituto stesso è stato fondamentale nel processo che ha portato alla nascita di Lost Between, l’antologia di scrittori Italiani e Irlandesi che sta arrivando anche in Italia con il titolo di Tra una Vita e l’Altra, con la prefazione di Catherine Dunne e Federica Sgaggio.

In questo 2015, settecentocinquantesimo anniversario della nascita di Dante Alighieri, l’Iistituto ha organizzato una straordinaria serie di Lecturae Dantis, a cui parteciperà anche appunto Michael D. Higgins, Uachtarán na hÉireann, il Presidente della Repubblica d’Irlanda.

Dante e la Divina Commedia in Irlanda

Le relazioni tra Italia e Irlanda risalgono al Medioevo, e Dante avrebbe potuto tranquillamente fare una passeggiata per San Frediano, la parrocchia fiorentina dedicata al santo irlandese, “trapiantato” a Lucca, che nell’Oltrarno fiorentino avrebbe compiuto un miracolo, deviando le acque in piena appunto dell’Arno e scongiurando così una inondazione.

Oggi, settecentocinquanta anni dopo la sua nascita, Dante viene celebrato con tre giorni di Lecturae Dantis, tra Dublino e Cork.

Inferno alla National Gallery of Ireland

Si inizia sabato 28 novembre alle ore 11, e il primo dei lettori sarà appunto il Presidente irlandese, Michael D. Higgins.

Il Primo Canto dell’opera di Dainté Ailígiéirí sarà letto da as Gaeilge, in Irlandese.

Ecco i primi tre versi (e attenzione, la selva oscura è nel terzo, non nel secondo, in questa traduzione!)

I lár an bhealaigh tríd an saol so againne

I bhfhad ón mbóthar díreach dom as eolas

Mothaíos tharnais i indoimhneacht dhiamhair choille

Personalità della cultura e società dublinesi, di diverse nazionalità, proseguiranno fino alla lettura di tutti e trentaquattro i canti dell’Inferno.

Il Secondo Canto sarà letto dall’Ambasciatore italiano Giovanni Adorni Braccesi; il Sesto Canto sarà letto dalla First Lady irlandese, Sabina Coyne Higgins.

Tra gli scrittori, Marian Keyes, la già citata Catherine Dunne (Ventottesimo Canto) e John Banville (Trentatreesimo Canto: magari la turpe vicenda del Conte Ugolino è perfetta per solleticare il “lato oscuro” di uno dei più importanti scrittori irlandesi, lato oscuro che si esprime generalmente con i noir, per l’appunto, scritti sotto lo pseudonimo di Benjamin Black.

Tra le voci italiane, Moni Ovadia (Canto Ventiseiesimo) e Giuliana Zeuli, traduttrice in Italiano di tanti libri di scrittori irlandesi, colei che tra l’altro ha “portato” in Italia la Trilogia di Barrytown di Roddy Doyle.

Purgatorio a Cork, Paradiso al Trinity

La Lectura Dantis proseguirà a Cork venerdì 4 dicembre, per tornare poi a Dublino, per l’esattezza nella cappella del Trinity College, l’11 dicembre.

Immagine: National Gallery of Ireland, Ireland’s Content Pool.

 

About QRob

Massimiliano "Q-ROB" Roveri writes on and about Internet since 1997. A philosopher lent to the IT world blogs, shares (and teaches how to blog and share) between Ireland and Italy.

Check Also

san patrizio livorno festival

Numero Zero del San Patrizio Livorno Festival: i protagonisti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This website uses to give you the best experience. Agree by clicking the 'Accept cookies' button or Decline by clicking 'Decline cookies'.