Shop, Storie Irlandesi

Found in translation: il corso di scrittura creativa nelle parole di Catherine Dunne

catherine dunne and lia mills

Un approfondimento, direttamente da Catherine Dunne, sul corso di scrittura creativa “Found in Translation” che si terrà a Dublino, presso l’Istituto Italiano di Cultura, dal 31 luglio al 5 agosto 2017.

Il corso di scrittura creativa in inglese per italiani “Found in Translation” fornirà ai partecipanti gli strumenti per dare inizio, e poi alimentare, il loro stesso processo creativo. Certo, possiamo presumere che gli scritti prodotti dai partecipanti stessi nel contesto del corso saranno nella loro lingua madre: di certo, però, non possiamo escludere il contrario, ed è una decisione che spetta esclusivamente a loro.

Found in Translation: la struttura del corso di scrittura creativa

Le sessioni giornaliere sono strutturate, impegnative, intense.

Essere “costretti” ad affrontare le problematiche che gravitano attorno al processo creativo in un’altra lingua – parlo per esperienza personale – obbliga gli scrittori a interrogarsi sul suo stesso approccio alla lingua madre. Un approccio critico al linguaggio che è essenziale per chiunque voglia scrivere.

Questa full immersion di cinque giorni in una lingua diversa dalla propria, in inglese, dà spazio anche allo sviluppo di una diversa prospettiva: di fatto si vede il mondo con occhi diversi. Questo cambiamento di prospettiva è una componente essenziale per scrivere della buona narrativa.

Per quanto riguarda gli insegnanti – me stessa e Lia – si tratta di due scrittrici professioniste con esperienza ormai pluridecennale nel mondo dell’insegnamento e della scrittura – tanto nella narrativa quanto nella saggistica.

Il corso si struttura attorno a una serie di esercitazioni e attività che andranno a costituire le sessioni mattutine del corso stesso, tra le 10 e le 13.00.

Affronteremo, tra l’altro, come costruire un personaggio; come scrivere un dialogo; come sviluppare e organizzare una trama.

Le esercitazioni sono state progettate per essere stimolanti, provocatorie anche, ma mirate a ottenere obiettivi concreti.

Le sessioni pomeridiane saranno invece dedicate al rapporto personale tra insegnanti e studenti, con i partecipanti che avranno l’opportunità di discutere in dettaglio dei propri progetti di scrittura in corso e di come continuare a tenere acceso in futuro il processo creativo. Parte dei pomeriggi saranno dedicati al cimentarsi con la scrittura in maniera individuale.

Con trenta ore tra esercitazioni, discussione di gruppo e sessioni personali e tempo per socializzare, i partecipanti impareranno a conoscere gli strumenti con cui sviluppare tanto la disciplina quanto le competenze necessarie all’arte della scrittura, e per sviluppare ulteriormente progetti personali anche già esistenti. E questo, in qualsiasi lingua preferiscano usare.

You Might Also Like

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>