Business

L’Irlanda di Claudio Melfi

Claudio Melfi di http://www.appartamentiadublino.com/

Venuto, e tornato, in Irlanda, Claudio Melfi si divide tra un lavoro nei social network (avete presente quel sito dove si danno i Mi Piace..?) e un progetto di accoglienza rivolto proprio agli Italiani che vengono a Dublino.

1 – Quando sei arrivato in Irlanda e perché?

Sono arrivato in Irlanda la prima volta nel Giugno del 2011. Avevo da poco completato la Laurea Specialistica in Italia e sentivo il bisogno di migliorare il mio Inglese per perseguire una carriera internazionale. In realtà sono sempre stato attratto dall’opportunità di vivere all’estero. La scelta su Dublino fu dettata da motivi prettamente di lingua dato che volevo vivere in un Paese anglofono. Ho vissuto due anni a Dublino per poi lasciarla e ritornarvi un anno fa, a Maggio 2014.

2 – Quale è stato il tuo primo lavoro / la tua prima attività e che cosa stai facendo adesso?

Essendo arrivato con un Inglese abbastanza precario il primo lavoro fu quello di fotografo di eventi per la scuola di Inglese dove studiavo ai tempi. Attualmente lavoro presso uno dei Social Media più importanti al mondo e al tempo stesso porto avanti un progetto creato un paio di anni fa: appartamentiadublino.com, un sito online che mira a mettere in contatto proprietari di case vacanze a Dublino e turisti Italiani.

3 – Quale è stata la tua prima città irlandese e dove vivi adesso?

Quando decisi di spostarmi dall’Inghilterra all’Irlanda nel 2011 la scelta fu quasi automatica su Dublino, dove tuttora vivo. Al momento non sono stato stimolato nel fare un’esperienza in qualche altra città Irlandese. Magari in futuro?

4 – Quali sono le tre cose che ami di più, e le tre che odi di più, dell’Irlanda?

Il mio rapporto con l’Irlanda è molto passionale, viscerale. Amo l’Irlanda per la sua gente, per il fatto di essere a contatto con tutto il mondo (a Dublino vivono persone provenienti da qualsiasi Paese del nostro globo) e per quelle giornate di sole passate a sorseggiare una buona birra. In tutta onestà non odio l’Irlanda per alcun motivo in particolare.

5 – Quali sono le tre cose che ami di più, e le tre che odi di più, degli Irlandesi?

Amo gli Irlandesi per la loro semplicità, per la loro simpatia e per la loro apertura mentale. Non odio gli Irlandesi :-)

6 – Hai nostalgia dell’Italia? Se sì, come la gestisci?

Mi definisco un cittadino del mondo piu che un Italiano. L’Italia come altri Paesi dove ho vissuto è parte della mia storia ma non vivo un vero e proprio senso di nostalgia; storia diversa invece per famiglia e amici. Su quest’ultimo punto, uso parecchio Internet e le sue applicazioni per mantenere i contatti e ogni tre mesi cerco di fare un salto nella mia amata Sicilia.

7 – Che cosa suggerisci a chi vuole o deve trasferirsi in Irlanda, dal punto di vista del lavoro e dal punto di vista personale?

Per tutti coloro che intendano trasferirsi in Irlanda, consiglio sempre di fare una prima vacanza e “testare” la terra, le sue persone, le opportunità lavorative che possano essere adeguate per loro. Sicuramente l’Irlanda sta creando parecchi posti di lavoro in aziende multinazionali. Tutte le Big americane del settore Tech e Social Media hanno la sede in Irlanda. Inoltre risulta anche interessante l’opportunità di avviare una start – up in virtù delle agevolazioni fornite dal governo verso coloro che effettivamente hanno la volontà di creare valore di impresa. Infine, aggiungerei che ambientarsi in Irlanda non è difficile – certo è un dato soggettivo – ma, nuovamente, gli irlandesi sono davvero persone aperte.

You Might Also Like

One comment

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>