Cinema Irlandese

Alessandro Negrini e “Tides”

Tides è un nuovo documentario sulla città di Derry. Un progetto di Alessandro Negrini che può essere sostenuto in crowdfunding.

Il pluripremiato regista torinese Alessandro Negrini, autore del cult Paradiso torna con

Tides: l’autobiografia incompleta del fiume Foyle.

Un film sui confini e sulla possibilita’ di superarli. La fattibilità di Tides è nelle mani degli spettatori: viene infatti finanziato attraverso il crowdfunding.

tides

 

Immagina un’isola.
All’interno di questa isola c’è un’altra isola.
E all’interno di questa altra isola c’è una città; una città con due nomi diversi.
Questa città con due nomi diversi ha un fiume che scorre attraverso di essa.

Alessandro Negrini

Il protagonista è quindi il fiume Foyle stesso, il fiume che divide geograficamente cattolici e protestanti nella città di Derry.

Siamo ovviamente in Irlanda del Nord e quella che Negrini scriverà sarà una sorta di autobiografia fantasiosa e poetica del fiume.

Un fiume che ha svolto un ruolo centrale nella storia d’Irlanda: dalla carestia, alle speranze e ai sogni di generazioni di emigranti irlandesi in partenza per un futuro migliore; su queste acque è atterrato un ministro fascista italiano, c’è stata la resa dei sommergibili tedeschi e l’arrivo della Marina americana.

La voce del fiume rivelerà che cosa ha visto e che cosa ha ascoltato, a che cosa ha assistito quando la città era divisa durante il periodo dei Troubles.

Il direttore della fotografia di Tides è di fama internazionale: il norvegese Oddgeir Sæther che ha lavorato nel film L’impero della mente di David Lynch, e con il quale Alessandro Negrini ha già collaborato nel documentario Paradiso, vincitore di 17 premi internazionali e selezionato in piu’ di 50 film festival nel mondo.

You Might Also Like

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>