Turismo & Eventi

Dublino Eventi: scoprili su ItalishMagazine!

Dublino Eventi: ovvero l’aggiornamento costante sugli eventi dublinesi. Tutto ciò che c’è da fare e vedere nella capitale irlandese, giorno dopo giorno.

I libri di Max O'Rover

Il Giorno Che Incontrammo Roddy Doyle: benvenuti NEL libro!

Il 99% de Il Giorno Che Incontrammo Roddy Doyle è ambientato in Irlanda. Gran parte dei suoi personaggi sono Irlandesi, o vivono in Irlanda, o sono almeno di origine irlandese.

Questa è la ‘carta d’identità’ del mio primo libro, quella con cui voglio farvi sentire il profumo d’Irlanda che traspira dalle sue pagine e che lo rende imperdibile per chiunque sia innamorato dell’Isola Verde.

Se volete dargli un hashtag, chiamatelo #igcird

Il Giorno Che Incontrammo Roddy Doyle uscirà per Antonio Tombolini Editore, collana Oceania, il 17 marzo 2017.

ISBN: 9788893371025 (ebook).

« La scrittura di Max è fresca e divertente. Le sue osservazioni sull’Irlanda sono acute. The Day We Met Roddy Doyle indaga il senso di appartenenza e di dislocazione, tra letteratura e Guinness ».

Catherine Dunne

«Max’s writing is fresh and funny. His observations about Ireland are astute. The Day We Met Roddy Doyle looks at belonging and displacement, stories and loneliness, Guinness and literature».

Catherine Dunne


Il Giorno Che Incontrammo Roddy Doyle… In due righe

Un Italiano che si sente irlandese, un Irlandese emigrato in Italia, una Irlandese che non si sente irlandese e una ragazzina italo-irlandese molto particolare.

Tutti a Dublino, nei giorni attorno a Bloomsday, ciascuno con le sue speranze e i suoi dolori, tutti uniti da un libro.

L’autore

Max O’Rover

Scrittore e creativo, vive in Italia*.

Questo libro fa parte della sua campagna di raccolta fondi per tornare rimanere in Irlanda.

* In Irlanda, finalmente!!!

Il Giorno Che Incontrammo Roddy Doyle: la recensione di Laura Schiavini

Il Giorno Che Incontrammo Roddy Doyle: quattro personaggi in cerca di un libro

Laura Schiavini, triestina, è autrice di numerosi libri, come il best Seller A Qualcuno Piace Dolce e
All I want is U2, dedicato al celeberrimo gruppo dublinese.

Il Giorno Che Incontrammo Roddy Doyle è la storia di quattro personaggi in cerca di un libro: un italiano che si sente irlandese, un irlandese emigrato in Italia, una irlandese che non si sente irlandese e una ragazzina italo-irlandese molto particolare.

Si tratta del volume La donna che sbatteva nelle porte di Roddy Doyle, grande narratore della working class dublinese.

Ma la donna che sbatteva nelle porte è, per i nostri quattro, molto di più di un romanzo di successo.

È il pretesto nonché la molla che li spinge a compiere un viaggio alla ricerca di sé e del senso della vita. Sullo sfondo, l’Irlanda della mitologia e della letteratura dove il sogno, la realtà e la fantasia si fondono e si confondono.

E ancora: l’Irlanda, dove trasformare la tragedia in speranza e la bellezza in magia è un gioco da ragazzi nonché uno sport nazionale.

Riusciranno i nostri ad appropriarsi di questo libro e uscire così dall’empasse che li tiene prigionieri?

Per scoprirlo non resta che leggere il libro di Max O’Rover, nuovo e promettente autore “irlandese” che, al suo esordio, non ha niente da invidiare al celeberrimo Roddy Doyle.


Il Giorno Che Incontrammo Roddy Doyle: verso la pubblicazione

Il “Diario di bordo”

Tutto, ma proprio tutto, quello che c’è da sapere su #IGCIRD

I giudizi sul libro

“Il giorno che incontrammo Roddy Doyle” è un libro irlandese per la poesia che ha dentro, per le storie che racconta, per il dolce amaro che trasmette, per la magia reale che traspare dalle pagine, perchè parla di sogni incredibilmente concreti, perchè parla di tristezza e felicità.

Martina Bonati

Piacevolissimo.
L’autore descrive esattamente l’Irlanda dei miei sogni.
Sono stupita dall’affinità che ho sentito nei confronti dei personaggi di questo romanzo fresco e sorprendente.
Il lettore comincia a leggere con il sorriso sulle labbra e continua così fino all’ultima parola del libro.
Consigliato.

Silvia Silvi


Il Giorno Che Incontrammo Roddy Doyle – #igcird – sui social

I libri di Max O'Rover

Recensioni Il Giorno Che Incontrammo Roddy Doyle

Sono passati otto anni dalla prima pubblicazione, prima che Il Giorno Che Incontrammo Roddy Doyle venisse pubblicato da Antonio Tombolini Editore nella collana Oceania, il giorno di San Patrizio 2017. Per questo anche soltanto pochi giorni prima della “nuova” pubblicazione è possibile leggere alcune recensioni del libro.

Aggiornerò questa pagina con le nuove recensioni! E intanto vi spiegherò perché la peggiore recensione al libro mi piaccia tanto…

Qua sotto, gli estratti da alcune delle recensioni pubblicate su aNobii, GoodReads e Facebook.

Il Giorno Che Incontrammo Roddy Doyle: clicca per saperne di più!

*****
“Il giorno che incontrammo Roddy Doyle” è un libro irlandese per la poesia che ha dentro, per le storie che racconta, per il dolce amaro che trasmette, per la magia reale che traspare dalle pagine, perchè parla di sogni incredibilmente concreti, perchè parla di tristezza e felicità.

Martina Bonati (Facebook)

****
Piacevolissimo. L’autore descrive esattamente l’Irlanda dei miei sogni. Sono stupita dall’affinità che ho sentito nei confronti dei personaggi di questo romanzo fresco e sorprendente. Il lettore comincia a leggere con il sorriso sulle labbra e continua così fino all’ultima parola del libro.

Consigliato.

Silvia Silvi (aNobii)

***
Mi sarebbe piaciuto leggerlo in lingua originale perchè ho trovato la traduzione a tratti un po’ forzata (odio quando sotto il testo italiano sento le strutture grammaticali della lingua di partenza).
Se no storia molto carina e Dublino magnifica e sfolgorante come al solito :)

Klava (GoodReads)

Eccola qua, la recensione “peggiore”. Che corrisponde a un: missione compiuta! Il Giorno Che Incontrammo Roddy Doyle è stato, per me, un libro con cui cercavo di dare non solo una voce, ma anche una identità, al senso di appartenenza che sento quando si parla di Irlanda. Ho creato una identità altra, lo pseudonimo con cui scrivo, perché, di fatto è un altro io quello che, appunto, scrive. Ho creato una vita diversa, e l’ho creata per raccontarla. Di più: l’ho creata per viverla, perché adesso vivo davvero a Dublino. Sto diventando l’io che ho scritto.

Uno degli elementi più importanti che costruisce una identità personale è quello della lingua. Quella di usare talvolta, nella scrittura del romanzo, una voce incerta, che mescola l’italiano e l’inglese, era una scelta voluta. Corrisponde a una fase reale che sto sperimentando adesso: quella in cui non si parlano due lingue, come dico sempre ai miei amici irlandesi. Quella fase in cui a volte mi scappa un Sorry! anche quando sono in Italia, quella fase che talvolta mi fa sognare in inglese, quella fase in cui ormai sono praticamente incapace di utilizzare le parole “biblioteca” o “libreria” perché faccio una gran confusione.

Il Giorno Che Incontrammo Roddy Doyle non è un libro italiano, e non è un libro irlandese. Il Giorno Che Incontrammo Roddy Doyle è letteratura (bella o brutta, alta o bassa: questo non sta a me deciderlo, ma letteratura) migrante. Io sono un migrante, e l’incertezza di chi deve – di chi vuole – vivere in un mondo altro volevo esprimerla scrivendo. A quanto pare, ci sono riuscito… 

*****
Il libro di Max O’Rover, nuovo e promettente autore che, al suo esordio, non ha niente da invidiare al celeberrimo Roddy Doyle.

Laura Schiavini (aNobii)

Non recensioni, ma stelline…

Musara *****
Palla *****
Maueros *****
Chibi Zai *****
Irma ****
Astrea **

I libri di Max O'Rover

Festeggiare San Patrizio… leggendo un libro italish!

Finalmente ci siamo! È online Il Giorno Che Incontrammo Roddy Doyle: il mio primo libro, un libro letteralmente “made in Italish”!

E visto che il libro esce ufficialmente proprio nel giorno di San Patrizio, ho deciso di festeggiarne la pubblicazione con tutti coloro che seguono ItalishMagazine, sia qui sul blog, sia sui social. Ecco la “bussola” per orientarsi tra le iniziative online e gli spazi virtuali in cui sarà possibile partecipare alla festa per la pubblicazione. Sarò “virtualmente” a disposizione per parlare del libro sui social e anche in una chat-room dedicata.

Ecco tutti gli indirizzi!

igcird cover - il giorno che incontrammo roddy doyle

Il Giorno Che Incontrammo Roddy Doyle:
Evento Facebook

Lo spazio virtuale dedicato a IGCIRD sul social network più diffuso. Grazie per le domande e i commenti che vorrete lasciare!

Il Giorno Che Incontrammo Roddy Doyle:
Twitter

Potete seguirmi su Twitter @MaxORover, e potete utilizzare #IGCIRD per interagire nella conversazione dedicata a Il Giorno Che Incontrammo Roddy Doyle.

Non dimenticatevi dell’editore @ATeditore e della collana a cui #IGCIRD appartiene: @OceaniaBook!

Il Giorno Che Incontrammo Roddy Doyle: G+

Google Plus si articola in community più di nicchia, ma spesso molto agguerrite. Se lo preferite a Facebook, vi aspetto lì!

Max O’Rover: appear.in

Se volete fare una chiacchierata in diretta da Dublino…

Turismo & Eventi

Saint Patrick Day 2017: Mettici la faccia su Instagram!

Se San Patrizio ha evangelizzato l’Irlanda nel V secolo, oggi l’Irlanda ha diffuso la festa di San Patrizio un po’ ovunque nel mondo!

Dalla parata di New York a quella di Dublino, alla birra verde nei pub, il 17 marzo di ogni anno si moltiplicano le occasioni e i modi per festeggiare l’Irlanda e il suo famoso santo.

Uno dei modi più originali è il Global Greening: i più famosi, antichi, iconici monumenti del mondo si colorano di verde per onorare l’isola di smeraldo e San Patrizio.

L’Italia, ovviamente, non è da meno, con 9 monumenti che si illumineranno di verde la sera del 17 marzo: il Colosseo a Roma, la Torre di Pisa, il Palazzo del Podestà a Bologna, il Pozzo di San Patrizio a Orvieto, quattro monumenti a Cosenza: il Teatro Alfonso Rendano, il Castello Normanno-Svevo, il Municipio, le Fontane Danzanti e Piazza Mercurio a Massa.

E quest’anno Turismoirlanda rende tutto molto più interessante!

Mettici la faccia #italialovegreen: il contest su Instagram

Ecco come: se ti troverai nei paraggi di uno di questi monumenti e scatterai una foto, con l’hashtag giusto potrai vincere un viaggio per due a Dublino! Dunque, perché non immortalare amici e parenti durante questa particolare occasione? Avrai in più la possibilità di vincere questo fantastico viaggio!

Go Green! A San Patrizio, se ti trovi davanti a un monumento “greenizzato”, scatta un selfie, uno scatto insieme agli amici o una foto di gruppo, assicurandoti di inquadrare nello sfondo il monumento illuminato di verde (o una sua parte) e condividilo sul tuo profilo Instagram usando l’hashtag #italialovegreen.

La foto vincitrice sarà annunciata il 20 marzo 2017.

Cosa aspetti!? Unisciti al divertimento e immortala i monumenti italiani illuminati di verde!

Segui @turismoirlanda su Instagram per partecipare al contest #italialovegreen.

Il video del Global Greening 2016

I libri di Max O'Rover

Il Giorno Che Incontrammo Roddy Doyle: i protagonisti!

Quando un libro ha una componente autobiografica la scelta della “faccia” dei protagonisti sembra facile, scontata, obbligata. Ma non è così. O almeno, non è stato così per Il Giorno Che Incontrammo Roddy Doyle.

Mi è sembrato giusto dare un volto ai protagonisti del libro, ed è stato molto divertente lavorare con Martin Dardis, l’autore dei disegni.

È stato buffo, molto divertente e anche interessante provare a far disegnare la faccia di personaggi inesistenti. Un po’ come lavorare su un identikit di fantasmi…

Ma alla fine eccoli qui, i personaggi del libri in versione cartoon.

E, sì: in realtà Massimo mi somiglia.

Ma solo un po’… ;-)

il giorno che incontrammo roddy doyle - massimo

Massimo, il personaggio principale del libro. Un creativo innamorato dell’Irlanda, che nell’Isola di Smeraldo vede un rifugio, una cura.

E, soprattutto, un futuro.

il giorno che incontrammo roddy doyle - laura

Laura è la figlia di Bob.

Ma il suo vero nome è Aoife.

Ma non si fa chiamare così.

E non si sente irlandese. Ma lo è – almeno un po’. E forse ha antenati molto, molto importanti…

il giorno che incontrammo roddy doyle - Bob

Bob: irlandese, publican (e quindi irlandese al quadrato…), padre di Aoife.

Cioè di Laura.

Vive in Italia da una vita.

Ma…

il giorno che incontrammo roddy doyle - Patrick

Patrick è il classico bravo ragazzo.

Dublinese, ha una cotta per Laura (anche se non l’ha ancora incontrata di persona) e il padre poliziotto.

Ha appena commesso un errore…

il giorno che incontrammo roddy doyle - deirdre

Deirdre ha un cognome famoso: Doyle. Ma non è parente di Roddy.

Odia la Guinness: ha i suoi buoni motivi.

Anche lei ha commesso un errore…

Business

DublinAria: l’aria di Dublino a casa tua!

La cura istantanea al mal d’Irlanda? DublinAria, l’aria di Dublino a casa tua!

Cucina Irlandese

La colazione irlandese: tradizione da abbracciare o a cui resistere?

Come la mettiamo con la Irish Full Breakfast? Resistere alle abitudini irlandesi, o invece abbracciare la colazione irlandese in un tripudio di bacon & black pudding..?

Shop, Turismo & Eventi

Corso di scrittura creativa in inglese a Dublino con Catherine Dunne: la tua voce in un’altra lingua!

‘Found in translation’: La tua voce in un’altra lingua

Corso pratico intensivo di scrittura creativa in inglese
tenuto da Catherine Dunne e Lia Mills
Dublino, Istituto italiano di Cultura, 31 luglio – 4 agosto 2017

Come suona sulla carta la tua voce quando scrivi in inglese? Quali sono gli strumenti fondamentali che ti servono per scrivere una storia? Cosa possono tirar fuori da te due grandi scrittrici irlandesi?

Ti piace l’idea di scrivere una storia in cinque giorni con due tutor che ti seguiranno individualmente? E sei pronto a leggere il tuo racconto in una serata pubblica a Dublino?

Queste le domande a cui risponde il corso intensivo di 30 ore tenuto da Catherine Dunne e Lia Mills, scrittrici irlandesi, a Dublino la prossima estate.

I corsisti si cimenteranno nella scrittura di una storia dedicata a un tema che si collega alla cultura e al modo di vivere italiano tra cibo; storia e arte; moda; musica; maternità. Al termine del corso, il venerdì, in una serata pubblica speciale organizzata presso l’Istituto italiano di Cultura di Dublino i corsisti leggeranno le loro storie a un pubblico irlandese e italiano.

Tutte le storie saranno pubblicate online, sia in inglese sia in italiano, sul sito di Catherine Dunne – scrittrice di successo mondiale che non ha bisogno di presentazioni. Il corso ha il costo di €1.005,00 (prezzo che include già la quota di tassazione irlandese corrispondente all’IVA).

È prenotabile utilizzando il bottone PayPal presente nella pagina.

Attenzione: Il corso partirà solo al raggiungimento del numero minimo di dieci iscritti. Il numero massimo di iscritti è venti.

Il corso è organizzato da Massimiliano Roveri, social media manager e scrittore, e Federica Sgaggio, giornalista, scrittrice, attivista culturale.

per ulteriori informazioni:
info@italish.eu o, in real time: appear.in/qrobeire o Skype “qrobeire”.

Due grandi scrittrici irlandesi

corsi scrittura creativa a dublino con catherine dunne

Catherine Dunne è una scrittrice irlandese, laureata in lingua e letteratura inglese e spagnola. Dal 1997 ad oggi ha pubblicato numerosi romanzi di grande successo anche in Italia, l’ultimo pubblicato in Italia è Un Terribile Amore. Ha vinto il Premio Internazionale Giovanni Boccaccio con Quel Che Ora Sappiamo.

corsi scrittura creativa a dublino con lia mills

Lia Mills è scrittrice di narrativa e saggistica. Ha già pubblicato due romanzi: Another Alice (1996), Nothing Simple (2005) e il memoir In Your Face (2007). È impegnata in attività di consulenza editoriale e culturale. Il suo libro Fallen è stato protagonista nel 2016 dell’iniziativa Dublin One City One Book.



Booking.com

Corso di scrittura creativa in inglese a Dublino con Catherine Dunne e Lia Mills: acquista su PayPal

Puoi acquistare subito il corso di scrittura creativa in Inglese a Dublino con Catherine Dunne e Lia Mills. Attenzione! I posti sono limitati a un massimo di 20 persone. In fase d’ordine puoi inserire il quantitativo da acquistare. Il costo individuale è di €1.005,00 per persona.




Nella splendida cornice
dell’Istituto Italiano di Cultura di Dublino

L’Istituto Italiano di Cultura di Dublino rappresenta la cultura italiana nella capitale irlandese. L’Istituto offre corsi di italiano per irlandesi e è promotore di una nutrita serie di iniziative volte a favorire appunto lo scambio culturale tra i due Paesi.

corsi scrittura creativa a dublino presso istituto italiano di cultura
I libri di Max O'Rover

Emanuele Valere intervista Max O’Rover

Un altro passo importantissimo verso la pubblicazione di #IGCIRD – Il Giorno che Incontrammo Roddy Doyle – non l’ho compiuto io, ma Antonino Emanuele Valere, scrittore e editor che, appunto, ha avuto l’onere, come si dice in questi casi, di editare Il libro. Grazie a Emanuele non solo per l’editing (non abbiamo neanche dovuto litigare!), ma anche per avermi intervistato.

Diari irlandesi

Home Sweet Home Dublino: tra arte e politica

Qualche giorno fa un gruppo di persone preoccupate per la crisi degli homeless a Dublino ha occupato un edificio per ospitarne al caldo il maggior numero possibile. Il gruppo si è dato il nome di “Home Sweet Home”.

Diari irlandesi

Diario irlandese di Monica Gazzetta: “una serie di sfortunati eventi” (affitto a Dublino)

Sì, avete letto bene: “una serie di sfortunati eventi”. Questa volta non ci saranno paesaggi mozzafiato o curiose storie che impregnano particolari luoghi; perché l’Irlanda non è solo luoghi incantati, tempo atmosferico perennemente indeciso, buona birra, immense porzioni di cibo e persone cordiali. Almeno non nel mio caso.